Tu sei qui:

Droni e Sistemi di Visione

I sistemi di visione sono ampiamente utilizzati nei droni per una serie di applicazioni. Ecco alcuni degli utilizzi comuni dei sistemi di visione nei droni:

Rilevamento e tracciamento degli oggetti: I droni possono utilizzare algoritmi di visione artificiale per rilevare e tracciare oggetti di interesse nel loro campo visivo. Ad esempio, possono essere impiegati per il monitoraggio di animali selvatici, per il rilevamento di veicoli sospetti o per individuare persone in situazioni di ricerca e soccorso.

Mappatura e modellazione 3D: I droni dotati di telecamere o sensori LiDAR possono acquisire immagini o dati punto nuvola per creare mappe ad alta risoluzione o modelli tridimensionali di edifici, terreni o ambienti naturali. Queste informazioni possono essere utilizzate in diversi settori, come l’urbanistica, l’agricoltura di precisione, la gestione delle risorse naturali e la pianificazione degli interventi di emergenza.

Ispezione e manutenzione delle infrastrutture: I droni possono essere utilizzati per ispezionare in modo rapido ed efficiente infrastrutture come ponti, linee elettriche, oleodotti e strutture industriali. I sistemi di visione possono aiutare a identificare difetti, crepe, danni o anomalie in tali infrastrutture, consentendo un intervento tempestivo per la manutenzione o le riparazioni necessarie.

Monitoraggio e gestione agricola: I droni possono sorvolare campi coltivati e utilizzare l’analisi delle immagini per monitorare la salute delle piante, identificare malattie, infestazioni di parassiti o carenze nutrienti. Queste informazioni possono aiutare gli agricoltori a prendere decisioni informate sulla gestione delle colture e a massimizzare il rendimento delle coltivazioni.

Sicurezza e sorveglianza: I droni con sistemi di visione possono essere utilizzati per scopi di sicurezza e sorveglianza, sia per il monitoraggio di eventi pubblici, come manifestazioni o grandi raduni, sia per il controllo di aree sensibili o a rischio, come confini, strutture critiche o siti industriali.

drone AI

Ispezione e manutenzione delle infrastrutture

I droni sono diventati strumenti preziosi per l’ispezione e la manutenzione delle infrastrutture grazie alla loro capacità di volare sopra diverse aree e ottenere informazioni dettagliate e visive su strutture altrimenti difficili da raggiungere o controllare. Questi sono alcuni dei modi in cui i droni vengono impiegati per ispezionare e mantenere le infrastrutture:

Ispezione visiva: I droni equipaggiati con fotocamere ad alta risoluzione possono eseguire ispezioni visive delle infrastrutture, quali ponti, linee elettriche, torri, tralicci, edifici, condotte eoliche o solari, permettendo un’analisi dettagliata delle condizioni strutturali.

Monitoraggio termico: Alcuni droni sono equipaggiati con telecamere termiche che consentono di rilevare variazioni di temperatura. Questo tipo di ispezione è utile per individuare perdite di calore, anomalie termiche o problemi di riscaldamento in infrastrutture come condotte di riscaldamento, sistemi solari, o in contesti industriali.

Ispezione delle linee elettriche: I droni possono volare lungo le linee elettriche per individuare eventuali danni o anomalie, come cavi danneggiati, isolatori difettosi o alberi caduti che possono compromettere la sicurezza o l’affidabilità della rete elettrica.

Analisi strutturale: Le immagini acquisite dai droni possono essere utilizzate per analizzare la struttura delle infrastrutture, individuare crepe, danni strutturali, corrosione o altri segni di degrado che richiedono interventi di manutenzione.

Mappatura e rilievo: I droni possono eseguire il rilievo topografico e la mappatura di ampie aree per raccogliere dati dettagliati utilizzati nella pianificazione, progettazione e manutenzione delle infrastrutture.

Accesso a zone pericolose o difficili da raggiungere: I droni permettono di eseguire ispezioni in aree inaccessibili o pericolose per gli operatori umani, riducendo i rischi per la sicurezza e la necessità di mezzi di accesso complessi.

Riduzione dei costi e del tempo: L’utilizzo dei droni per l’ispezione e la manutenzione può ridurre i costi operativi e il tempo necessario per monitorare e mantenere le infrastrutture, rispetto ai metodi tradizionali che richiedono attrezzature pesanti o lavori manuali complessi.

Navigazione del drone con ROS

ROS (Robot Operating System) è un framework open-source ampiamente utilizzato per lo sviluppo e il controllo di robot, inclusi i droni. Nella navigazione dei droni utilizzando ROS, vengono impiegati vari pacchetti e strumenti per gestire la pianificazione del percorso, la localizzazione, il controllo del movimento e altro ancora. Ecco alcuni dei componenti chiave di navigazione dei droni utilizzando ROS:

Pacchetti di navigazione: ROS offre diversi pacchetti progettati per la navigazione dei droni. Tra questi, il pacchetto “navigation” è spesso utilizzato per la navigazione in ambienti 3D, integrando tecniche come la localizzazione simultanea e la mappatura (SLAM) per costruire mappe dell’ambiente e navigare in esse.

Pianificazione del percorso: I droni devono pianificare i percorsi da seguire in base agli obiettivi di navigazione. Pacchetti come “move_base” forniscono strumenti per pianificare i percorsi in ambienti 3D, evitando ostacoli e raggiungendo i punti di destinazione in modo efficiente.

Localizzazione: La localizzazione è cruciale per la navigazione precisa dei droni. ROS offre pacchetti come “amcl” (Adaptive Monte Carlo Localization) che permettono al drone di stimare la sua posizione all’interno di una mappa, utilizzando dati dai sensori per correggere e migliorare questa stima nel tempo.

Controllo del movimento: I pacchetti di controllo come “pid” (Proporzionale-Integrale-Derivativo) o “mavros” (MAVLink-based ROS Communication Middleware) consentono di controllare il movimento del drone in base alle informazioni fornite dalla navigazione e dalla localizzazione, mantenendo la stabilità e seguendo i percorsi pianificati.

Simulazione e testing: ROS offre strumenti di simulazione come Gazebo, che permettono di simulare l’ambiente e il comportamento del drone in modo virtuale prima di passare alla fase pratica, facilitando lo sviluppo e il testing degli algoritmi di navigazione.

Integrazione con sensori: ROS consente l’integrazione di diversi tipi di sensori, come telecamere, lidar, GPS e altri, per acquisire dati ambientali essenziali per la navigazione del drone.