Tu sei qui:

Robot cybersecurity industriale

La complessità intrinseca dei sistemi robotici porta ad ampie superfici di attacco e a una varietà di potenziali vettori di attacco.

La cybersecurity dei robot è una parte essenziale dell’implementazione di robotica in vari settori, inclusi manifatturiero, sanitario, automobilistico e altri. Assicurare la sicurezza dei robot è cruciale per prevenire minacce esterne, proteggere i dati sensibili e garantire che i robot stessi siano utilizzati in modo sicuro e affidabile. Ecco alcuni punti importanti relativi alla cybersecurity dei robot:

  1. Accesso e autenticazione sicura: È fondamentale implementare robusti controlli di accesso per i robot. Questi controlli devono includere autenticazione multi-fattore, autorizzazione basata sui ruoli e gestione delle credenziali per impedire l’accesso non autorizzato ai sistemi robotici.

  2. Crittografia dei dati: I dati sensibili memorizzati o trasmessi dai robot devono essere crittografati per proteggerli da accessi non autorizzati. La crittografia dei dati è fondamentale per garantire la privacy e la sicurezza delle informazioni.

  3. Aggiornamenti e patch: I robot devono essere mantenuti con regolari aggiornamenti di sicurezza e patch per proteggere dai rischi relativi a vulnerabilità note. Gli sviluppatori e gli utenti devono essere consapevoli delle minacce emergenti e aggiornare costantemente i sistemi robotici.

  4. Protezione dalle intrusioni: L’implementazione di sistemi di rilevamento delle intrusioni può aiutare a identificare e prevenire attività malevole o accessi non autorizzati ai robot e ai sistemi connessi.

  5. Isolamento della rete: Separare la rete dei robot da altre reti aziendali può ridurre il rischio di compromissione della sicurezza. Questo può essere fatto attraverso VLAN (Virtual Local Area Network) o reti virtuali separate.

  6. Test di sicurezza e valutazioni dei rischi: Effettuare regolarmente test di sicurezza e valutazioni dei rischi per identificare e mitigare potenziali vulnerabilità e minacce.

  7. Sensibilizzazione degli utenti: Formare il personale sull’importanza della sicurezza informatica, sui rischi associati all’uso dei robot e sulle pratiche migliori per proteggere i dati e i sistemi è fondamentale per garantire un utilizzo sicuro dei robot.

  8. Standard di sicurezza: Seguire gli standard e le linee guida di sicurezza applicabili al settore della robotica e della tecnologia per garantire la conformità e l’adozione delle migliori pratiche.

Case study: attacco remoto di un sistema robotico

Cybersecurity OT

Un attacco remoto a un sistema robotico può avere gravi conseguenze, compromettendo la sicurezza e la funzionalità del robot e, in alcuni casi, causando danni materiali o minacce per la sicurezza delle persone coinvolte. Gli attacchi remoti possono avvenire in diversi modi:

  1. Accesso non autorizzato: Un attaccante può cercare di ottenere accesso non autorizzato al sistema robotico sfruttando vulnerabilità nelle connessioni di rete o nell’interfaccia utente.

  2. Iniezione di codice malevolo: Gli hacker possono tentare di infiltrarsi nel sistema robotico inserendo codice malevolo o malware che compromette le funzionalità del robot, prendendo il controllo o interrompendo il suo funzionamento.

  3. Interferenza con i comandi: Un attaccante potrebbe cercare di manipolare i comandi inviati al robot, alterando il suo comportamento per scopi dannosi o pericolosi.

  4. Ransomware: L’attacco potrebbe comportare l’installazione di ransomware sul sistema robotico, bloccando l’accesso o il funzionamento del robot fino a quando non viene pagato un riscatto.